Martedì, 12 Dicembre 2017 17:55

Sinistra Italiana: mancano i soldi nella sanità? L'assessore se la prenda col Governo

FIRENZE - “Servono più soldi per la sanità pubblica? L’assessore Saccardi lo ricordi al suo Governo che non alza il limite per la spesa del personale e preferisce regalare soldi con bonus dal sapore elettorale e premiare, con sgravi fiscali, imprenditori che approfittano dei lavoratori . È una questione di scelte e priorità”.

Così i coordinatori di Sinistra Italiana Toscana-Liberi e Uguali Daniela Lastri e Marco Sabatini rispondono all’assessore regionale Stefania Saccardi e alle sue critiche sull’obbligo nazionale di rispettare la spesa per il personale del 2004, pari all’1,4%.

“Non si può limitare a fare da scaricabarile, parlare giustamente di limite inadeguato che obbliga a esternalizzare servizi e poi non essere conseguenti a livello nazionale. Il Partito Democratico è al governo dal 2013 e le scelte fin qui effettuate sono sotto gli occhi di tutti, basti pensare al Jobs Act. Evitando di regalare soldi alle imprese, che infatti non hanno prodotto occupazione stabile, avremmo potuto togliere il superticket, internalizzare migliaia di lavoratori precari della sanità e finalmente adeguare gli stipendi, bloccati da troppo tempo, con contratti che attendono di essere rinnovati da otto anni. Tutte scelte che, con buona pace dell’assessore Saccardi, hanno una logica conseguenza: quella di favorire la sanità privata a scapito del servizio pubblico”.

Lastri e Sabatini, Sinistra Italiana

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.