Mercoledì, 14 Febbraio 2018 17:45

"E fra due anni prenderemo la Toscana", la Lega Nord presenta i suoi candidati

PISTOIA - “Penso che il 4 marzo in Toscana si scriva una pagina di storia. Al comune di Pistoia adesso comanda la destra dopo 72 anni.

Fino ad adesso i cittadini avevano il prosciutto davanti agli occhi, ma ora il Pd è a terra e ai 5 Stelle si spengono via via le stelle”. E' convinto, e combattivo, Massimo Bartolomeo Segretario pistoiese della lega Nord. Il movimento di Salvini ha presentato stamani carte e candidati. La presentazione è avvenuta nella sede del comitato elettorale di Forza Italia, che ha ospitato gli alleati.

Dopo Bartolomeo ha preso la parola Manuel Vescovi, che della Lega è capogruppo in Consiglio regionale (e correrà sulla Uninominale del Senato). Cambia il contesto, ma resta la stessa voglia di “assalto”. Obiettivo fondamentale ancora naturalmente il Pd, sul quale Vescovi punta il dito per aver bloccato (facendo mancare il numero legale) una loro proposta di legge per assegnare le case popolari solo a chi è almeno da 10 anni cittadino italiano. “Noi pensiamo a come aiutare gli italiani – tira le somme Vescovi – loro a come integrare gli immigrati”. E sottolinea intenzioni di rivincita: “quando governeremo noi in questa regione cambierà tutto. E fra due anni saremo al governo in Toscana”.

Poi il testimone passa a Guglielmo Picchi, che guida la lista della Lega Nord della circoscrizione Toscana 3 (Pistoia, Lucca, Massa), nell'Uninominale della Camera. “La Lega - dice - viene da lontano, ha vissuto momenti di difficoltà, ma oggi è solida. E la gente di buon senso, come credo sia quella di Pistoia, non può far altro che votarci”.

E cita poi alcuni punti-chiave del programma: a partire dal far fare impresa a chi vuol fare impresa, con la flat tax e la riduzione della burocrazia. E di nuovo l'attacco è portato al cuore del sistema toscano: “il territorio di Pistoia ha sofferto non poco – ha detto il candidato di Salvini – e c'è bisogno di un rilancio”. E poi Picchi tocca il tasto della sicurezza. E sicurezza coincide soprattutto con il tema-immigrati: “l'immigrazione è fuori controllo – dice – porremo tutto il nostro prestigio internazionale per fare in modo che i paesi che ci hanno mandati tutti questi immigrati se li possano riprendere”.

Il tempo di toccare la questione delle zone montane (“vittime di un abbandono con la regia del Pd”), che il capolista della Circoscrizione Toscana ribadisce ancora la voglia di “conquistare” una zona tradizionalmente rossa: “ancora un paio di anni e ci prenderemo anche la Regione”. Intanto però ”la lega avrà il suo rappresentante in Parlamento, testimonianza della voglia di cambiare che si aggira in queste zone”. Proprio il contrario, dicono in coro i rappresentanti della Lega prima di chiudere l'incontro, di quello che succede “nelle zone in cui abbiamo governato noi: dalla Lombardia fino a Cascina”.

(m.d.)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Voglia di Vivere 06 PISTOIA