Martedì, 13 Febbraio 2018 17:24

Liberi e Uguali, inaccettabili i tagli alla sanità del Governo

“Non possiamo accettare ulteriori tagli alla sanità che penalizzano i cittadini. Dobbiamo difendere con forza il Sistema sanitario nazionale, la sua vocazione universalistica sancita dalla Costituzione”.

A dirlo è il coordinamento regionale di Liberi e Uguali, composto da Serena Spinelli, Filippo Fossati, Marco Sabatini, Daniela Lastri, Samuele Staderini e Marco De Martin Mazzalonriprendendo le preoccupazioni espresse dai sindacati di categoria, pronti a proclamare lo stato di agitazione.

“Il tetto percentuale di spesa per il personale imposto dalla finanziaria del Governo toglierebbe al Fondo sanitario regionale toscano 60 milioni di euro all’anno.  Una norma deleteria ed aberrante, che le forze che compongono Liberi e Uguali hanno respinto non votando la finanziaria e che si impegnano ad abrogare una volta in Parlamento. Ulteriori tagli sarebbero insostenibili per il buon funzionamento dei servizi, per i quali c’è invece bisogno di tornare a investire raggiungendo i livelli europei  e di procedere con un piano di stabilizzazioni e di assunzioni che risponda al fabbisogno dell’intero sistema. Per questo - conclude il coordinamento regionale di LeU - condividiamo le preoccupazioni dei sindacati, siamo al fianco dei lavoratori e chiediamo alla Regione di perseguire, come annunciato, ogni azione utile ad evitare qualsiasi tipo di ridimensionamento del personale”.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.