Domenica, 11 Febbraio 2018 19:49

Forza Italia taglia il nastro della sua sede elettorale in via Sant'Andrea

di Marzio Dolfi

PISTOIA – Un gruppo notevole di militanti ha riempito la vasta sede del Comitato elettorale di Forza Italia che si è aperta stasera in via Sant'Andrea. Con loro i candidati della Circoscrizione, tanti amministratori e i volti più conosciuti del centrodestra pistoiese.

Sulle pareti i manifesti di Forza Italia in primo piano, ma anche quelli degli alleati in questa coalizione elettorale: Fratelli d'Italia e Lega Nord.

A fare gli onori di casa Massimo Boni, Commissario provinciale del partito. Accanto a lui Gabriele Gori (Lega), Patrizio La Pietra (Fratelli d'Italia), Maurizio Carrara (Forza Italia) e Barbara Masini (Forza Italia).

Tutti i candidati hanno fatto un breve intervento, a partire da quello della Lega Nord, che ha ricordato il “grande sogno condiviso, per prendere la città di Pistoia”. “Ma oggi – ha detto Gori – quella impresa titanica è una sfida anche più importante: che ci porterà a governare l'Italia in modo più giusto. E riusciremo a cambiare la storia di questo paese, alla faccia di Renzi e del Pd”.

Più sobrio l'intervento di Maurizio Carrara, che ha giudicato “entusiasmanti” i primi 10 giorni di campagna elettorale, nei quali ha trovato “voglia di cambiare e grandi aperture”. “Abbiamo l'opportunità – ha aggiunto Carrara fra gli applausi dei presenti – di portare in Parlamento un senatore e un deputato. Abbiamo una occasione unica e con la vostra forza ci riusciremo”. Il candidato di Forza Italia nella Circoscrizione di Pistoia all'Uninominale della Camera ha chiuso ringraziando la sua famiglia “perché il loro è stato per me un aiuto fondamentale, perchè impresa e politica non sono facili da legare”.

Patrizio La Pietra (candidato nella Circoscrizione Toscana 3 all'Uninominale del Senato) ha richiamato il sogno di “un cambiamento fondamentale per la nostra patria”: quello – ha detto – di un paese normale “in cui vorrei non vedere dei matti squilibrati che, con la testa indietro di 50 anni, caricano le nostre forze di polizia e i carabinieri in nome dell'antifascismo “.

Massimo Boni ha poi ricordato il grande rinnovamento nelle liste di Forza Italia: “se togliamo la capolista della Camera sono tutti volti nuovi, parte del rinnovamento voluto da Berlusconi”. E ha preso proprio Barbara Masini come esempio di questa spinta verso il nuovo. Masini è al secondo posto nella lista plurinominale della Camera. “Sono l'unica donna – ha detto - candidata nel territorio e questo mi rende felice e combattiva”.

Il Comitato di Forza Italia, con applausi e grandi abbracci, ha superato il battesimo della prima giornata e si prepara a divenire punto di riferimento per la campagna elettorale. “In otto giorni abbiamo aperto 3 sedi – ha detto Boni – non era mai successo”. E tutti lo hanno interpretato come il sintomo di un clima nuovo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.