Mercoledì, 07 Febbraio 2018 16:30

Elezioni, Potere al Popolo: un programma anti-renziano

di Samantha Ferri

PISTOIA - Un movimento che nasce dal basso, in particolare dal centro sociale Je' so pazzo di Napoli e che vuol dare una speranza a chi nella politica non crede più ma ha ancora saldi i valori di sinistra.

E' Potere al Popolo, non un partito vero e proprio, come specificano il portavoce e il candidato pistoiesi, rispettivamente  Libero Galligani, 35 anni, e Giulia Ponti, 33 anni, ma appunto un movimento che vuole riunire tutte le forze che non si sentono rappresentate in parlamento. Qui sono confluiti esponenti di Rifondazione Comunista, dei sindacati di base, dei comitati nazionali e hanno dato il loro appoggio personaggi come Vauro, famoso vignettista pistoiese.

Pochi i punti del programma. La cancellezione del Jobs act, della legge Fornero per quanto riguarda il lavoro, della Bossi-Fini e del decreto Minniti sull'immigrazione, la difesa della sanità pubblica, dell'istruzione alla portata di tutti e degli alloggi popolari per chiunque ne abbia diritto. "Potere al popolo - spiega Libero Galligani nlla conferenza stampa di presentazione dei candidati pistoiesi tenutasi alla libreria Lo Spazio - è nato da pochi mesi. Sappiamo che non sarà facile ma noi puntiamo a raggiungere il 3% da soli. Vogliamo andare oltre gli anti-renziani di Liberi e Uguali e puntare a un programma che riporti al mutualismo".

E continua: "Il 4 marzo per noi sarà solo una piattaforma di lancio, se non riusciremo ad ottenere una rappresentanza in parlamento continueremo con iniziative sul territorio; perché la politica si fa tra la gente e questa è una cosa di cui i partiti tradizionali si sono dimenticati". Lo 'stare tra la gente' per Potere al Popolo significa anche tornare ad essere umani, a vedere le personi uguali a noi.

"Nessun paritto politico, nemmeno quelli di sinistra, sono andati in ospedale a trovare le vittime dell'attentato di Macerata - ha detto Galligani - solo Potere al Popolo è andato fino a Macerata. E sabato 10 febbraio saremo di nuovo lì per manifestare contro il razzismo e il fascismo".

I candidati delle liste di Potere al Popolo sono stati scelti in assemblea, "Abbiamo fatto delle proproste, ci siamo confrontati e abbiamo fatto dei nomi, ed eccoci qua", ha commentato Giulia Ponti. "Ci siamo organizzati da soli - continua Ponti - e abbiamno deciso di candidarci perché non avevamo più fiducia nelle tradizionali forze di sinistra. Perciò ci stiamo dando da fare per farci conoscere. Venerdì 9 febbraio ci sarà una cena di autofinanziamento al circolo Garibaldi di Pistoia, perché il nostro movimento non ha finanziamenti pubblici".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.