Contenuto Principale

Marliana, Bartolomei sulla fusione: "Noi contrari fin da subito"

MARLIANA - “Il sindaco di una comunità antichissima come quella di Marliana non può presentarsi come il commissario liquidatore della istituzione che rappresenta i marlianesi fin dal 1100 e che, lo ricordiamo, ha nel proprio dna il gene dell'indipendenza sin dal 1860, anno in cui i nostri avi dissero no al plebiscito che chiedeva l'annessione della Toscana al Regno di Sardegna”.

A dirlo è il candidato sindaco Alessio Bartolomei, che ritorna sul tema dei comuni dopo che si sono espressi anche Piera Gonfiantini e Marco Traversari: “Non possiamo fare a meno di notare che i suddetti si rincorrono affannosamente su un argomento in merito al quale la nostra lista ed il nostro candidato sindaco si sono espressi sin dall'inizio con grande contrarietà”.

“Ci colpiscono inoltre l'incoerenza di un sindaco uscente, che subito dopo il suo insediamento nel 2012 cercò smaniosamente contatti con l'assessore regionale Vittorio Bugli per concordare la fusione del nostro Comune e, parimenti, della candidata sindaco del Pd che, nei passati cinque anni, ha sempre fatto parte di un gruppo e di una federazione provinciale che ha cercato di promuovere il dictat della fusione dei comuni in tutta la nostra montagna”. 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Elezioni Valdinievole