Contenuto Principale

Bartoli: "sul Bottegone Bertinelli racconta balle"

Robeto Bartoli Robeto Bartoli

PISTOIA - “Sui finanziamenti in arrivo per i progetti a Bottegone l'amministrazione comunale di Pistoia sta raccontando balle. E lo sta facendo, peraltro, in violazione alle norme della 'par condicio', utilizzando in modo del tutto improprio il periodo di campagna elettorale”.

A sferrare l'attacco al sindaco uscente è Roberto Bartoli, candidato sindaco delle liste civiche “Pistoia sorride” e “Prima Pistoia”. Che spiega meglio: “Perchè parliamo di balle? Presto detto: i 36 milioni di euro per 'cambiare volto a Bottegone' (peraltro deliberati dal Cipe e quindi ancora in attesa del parere della Corte dei Conti) non arriveranno a giugno o luglio, come affermano Bertinelli e la sua giunta. Lo testimoniano dati inconfutabili”.

Ecco la spiegazione di Bartoli: “Il progetto presentato a suo tempo da Pistoia relativo al bando per progetti sulla riqualificazione delle periferie (pubblicato il 1 giugno 2016 in Gazzetta Ufficiale), ottenne un punteggio di 53 su 100, classificandosi al 67esimo posto della graduatoria. Troppo indietro per i 500 milioni stanziati dal governo, sufficienti per finanziare solo i primi 24 progetti”. Per arrivare a finanziare il progetto di Pistoia sarebbero serviti altri 630 milioni. Ma questa cifra non è disponibile: “Il governo ha sì previsto un secondo finanziamento, ma inferiore a 500 milioni, dunque insufficiente a riqualificare la periferia di Bottegone”.

I soldi, insomma, al momento non ci sono, conclude Bartoli, che contesta le affermazioni della vice sindaco Daniela Belliti, nell'assemblea pubblica di alcune sere fa. Belliti, infatti, ha affermato di “poter sottoscrivere la convenzione con il governo, non oltre il mese di giugno”, motivando anche l'urgenza di convocare l'incontro.

“Fumogeni da campagna elettorale quelli del vice sindaco – chiosa Bartoli -. Come può pensare di firmare una convenzione se non c'è una copertura finanziaria? Fra giugno e luglio non ci sarà nessuna firma e per almeno un anno di tutto ciò non si sentirà neppure parlare. Per capire cosa accadrà si dovranno attendere le elezioni politiche nazionali, la formazione di un nuovo governo, in un quadro politico ancora tutto da definire.

Di questo intervento a favore di Bottegone, insomma per Bartoli “si riparlerà chissà se e chissà quando”. Finirà come per altri progetti simili: “E' come il caso delle scuole 'Cino' a Belvedere, un intervento annunciato come già fatto e mai realizzato”.

“Meglio, molto meglio -conclude Bartoli - sarebbe stato da parte del Comune dire le cose come stanno: siamo in graduatoria per un finanziamento (cosa diversa dall'ottenere il finanziamento), ci sarà molto da aspettare. E meglio, molto meglio, sarebbe stato pensare ad interventi più immediati, i cui benefici avrebbero potuto essere visibili a breve termine. La nostra idea è procedere subito alla realizzazione di una piazza per il mercato e altre attività, un punto di riferimento di socialità e incontro, del quale Bottegone ha assoluta necessità. Poche cose concrete, fatte bene. E per davvero”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Elezioni Pistoia

Ginevra Lombardi incontra l'oncologa Patrizia Gentili

PISTOIA - Venerdì 26 maggio alle 21 al circolo delle Fornaci la candidata a sindaco…

"Amo Pistoia", ecco gli appuntamenti del candidato Sabella

PISTOIA - Giovedì 25 maggio il candidato sindaco di "Amo Pistoia", Alessandro Sabella,…

Elezioni, Bartoli risponde ai cittadini in piazza Giovanni XXIII

PISTOIA – Manifestazione pubblica, giovedì 25 maggio, alle 19, in piazza Giovanni XXII,…