DICO LA MIA
Mercoledì, 29 Agosto 2018 15:45

Vicofaro, i funzionari di Polizia: "l'azione guidata dal principio di imparzialità"

di Antonio Fusco

PISTOIA - Era già successo in passato, in occasione dell’arresto di alcuni stranieri, ospiti nelle due strutture gestite da don Biancalani a Pistoia, per spaccio di sostanze stupefacenti.

Misure restrittive eseguite, nei mesi scorsi, dalla Polizia di Stato e dai Carabinieri di Pistoia, successivamente convalidate dall’Autorità Giudiziaria locale. In questi giorni si sta ripetendo, a seguito dei provvedimenti adottati dai Vigili del Fuoco, dalla Asl e dalla Prefettura di Pistoia conseguenti all’accertamento di irregolarità emerse durante controlli di routine.

Ci riferiamo all’ennesima reazione, favorita da dichiarazioni del tipo: “resisteremo”, “non ci fermeranno”, tende a delegittimare l’attività istituzionale di organi amministrativi che non fanno altro che fare il proprio dovere sul territorio ed insinua, in modo subdolo, il dubbio sull’esistenza di motivazioni persecutorie dettate da ragioni “politiche”.

Per questo motivo, riteniamo doveroso ribadire che l’azione amministrativa, sia essa espressa dalle Forze dell’ordine, da organi periferici dello Stato o da Enti locali, così come previsto dalla nostra Costituzione, è sempre guidata dal principio di imparzialità e non si fa condizionare né da motivazioni politiche tantomeno da campagne denigratorie, nel rispetto della legge e nell’interesse dei cittadini.

Segretario Regionale Associazione Nazionale Funzionari di Polizia

qui vanno inseriti i moduli banner

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.