DICO LA MIA
Giovedì, 02 Agosto 2018 19:37

Campi rom, perché non abbiamo aderito al progetto regionale

di *Alessandro Tomasi

Siamo stati i primi a dirlo: il superamento dei campi rom è necessario. Proprio per questo, da mesi stiamo lavorando in silenzio su un problema, come quello del campo del Brusigliano, che si è aggravato nel tempo fino a diventare enorme.

Sicuramente, però, non possiamo impegnare le già scarse risorse comunali per questo scopo, togliendo fondi al sociale e contribuendo per il 50% al piano regionale presentato ieri dal Presidente Enrico Rossi. Il nostro Comune non può dirottare le proprie risorse, destinate a ridurre le centinaia di problematiche sociali che molte famiglie affrontano ogni giorno, per risolvere il problema dei campi rom.

Per queste ragioni Pistoia, insieme ad altri Comuni della Toscana, non ha aderito al progetto della Regione che, come detto, prevede un impegno insostenibile per la nostra cittá.

Questo non significa rinunciare alla soluzione del problema ma, al contrario, volerla costruire in modo serio, senza gli sprechi di risorse già visti in passato. Mi fa sorridere la dichiarazione di Rossi in cui mi accusa di prendere parte "al solito ritornello politico del prima gli italiani". Voglio metterlo in chiaro: noi diciamo no a canali preferenziali di qualsiasi tipo, che sono i primi a creare differenze e disparità di trattamento. Il nostro è un atteggiamento responsabile di fronte alla città e a TUTTI i suoi cittadini.

Rossi chiama in causa l'ideologia, ma qui non c'entra niente: c'è un problema da affrontare da anni, decenni, che si è aggravato anche per le politiche sbagliate del passato. Non si risolvono i vecchi problemi con le vecchie ricette. Sono già state impegnati milioni sui progetti di inclusione. Quali sono stati i risultati? Occorrono piani diversi per ottenere soluzioni diverse dal passato. Su questo vogliamo lavorare.

* Sindaco di Pistoia

(dalla sua pagina Facebook)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.