Venerdì, 29 Giugno 2018 11:04

L’ultimo caso delle Ztl nelle piazze: bugie e incapacità

di Daniela Belliti

Leggo che, a fronte del problema sollevato giustamente da molti cittadini – non ultima, la gestrice delle Officine del Marini – sulla decisione di riportare a ZTL Piazza della Sapienza, Piazzetta delle Scuole Normali, Via della Sapienza e Via della Dogana, il Sindaco per l’ennesima volta dà la colpa a chi l’ha preceduto.

Eh no, Sindaco Tomasi, dopo un anno di governo si prenda le sue responsabilità e la smetta di dire bugie. La Giunta Bertinelli, con l’approvazione del progetto di riqualificazione e pedonalizzazione della Piazza dello Spirito Santo, aveva anche preparato le soluzioni di recupero degli stalli, secondo un piano rappresentato più volte in incontri con il Comitato dei cittadini residenti nel centro storico, e che prevedeva nuovi posti auto in Piazza del Carmine e zone limitrofe, Via Ricciardetto, Via Pacini e parcheggio del Ceppo (dove la parte riservata ai residenti fu già realizzata con l’ampliamento del parcheggio).

Dica la verità, Sindaco Tomasi, e cioè che l’attuale giunta ha provato prima di tutto a riportare le macchine anche in Piazza dello Spirito Santo; poi, resasi conto che non era il caso di farlo, visto il materiale pregiato usato per la pavimentazione, ha deciso di togliere l’APU in due delle piazze storiche più belle e significative, dal punto di vista architettonico, culturale e artistico.

Come si può pensare di riportare a parcheggio Piazza della Sapienza e Piazzetta delle Scuole Normali, con la Biblioteca Forteguerriana, le Leopoldine, il Palazzo De’ Rossi e l’Archivio di Stato – una parte della città storica che si arricchirà con la riapertura di Sant’Iacopo in Castellare, anch’esso progetto fortemente voluto da Bertinelli, e realizzato con il contributo fondamentale della Fondazione Caript? Un’altra idea di città, ecco quella che emerge dai vostri atti, e che tradisce nel modo peggiore il cuore del progetto che ci ha reso nel 2017 capitale della cultura.

questo articolo è stato offerto da:


 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.