Contenuto Principale

Al Bolognini Gli Omini e gli studenti in scena con "Too young to live"

PISTOIA - Con Too young to live si apre giovedì 20 aprile alle ore 21 al Piccolo Teatro Mauro Bolognini il cartellone 2017 della rassegna “La scuola in scena” che, nell’Anno di Pistoia Capitale Italiana della Cultura, taglia il traguardo della XIX edizione.

Lo spettacolo è frutto del laboratorio tenuto dalla compagnia Gli Omini con gli studenti dell’Istituto Alberghiero “Martini” di Montecatini” e del Liceo Artistico “Petrocchi” di Pistoia.

Appuntamento sempre molto atteso, la rassegna chiude il Progetto “A Scuola di Teatro 2016/2017”, promosso dall’Associazione Teatrale Pistoiese, con la collaborazione dei Comuni di Pistoia e Monsummano Terme ed il sostegno di Regione Toscana, Mibact e Unicoop Firenze. Un progetto che anche quest’anno ha registrato, da parte di docenti e studenti, un’ampia adesione agli spettacoli e alle altre attività di formazione proposte, dimostrando che la passione per il teatro si inizia a coltivare proprio dietro i banchi di scuola.

Undici le scuole superiori (per un totale di 10 serate) che porteranno in scena i lavori frutto dei laboratori svolti durante l’anno sotto la guida dei docenti o di operatori teatrali. Dopo Too young to live, ecco gli altri eventi in programma: al Piccolo Teatro Mauro Bolognini, Fair Play (11 maggio, Istituto De Franceschi/ Pacinotti - Pistoia); Aspettando la cometa… (13 maggio, Istituto Fedi/Fermi - Pistoia); 18 maggio Decostruzione (Liceo Classico Forteguerri); Il giorno più bello della mia vita (20 maggio, Liceo Scientifico Suore Mantellate - Pistoia); Quadri shakespeariani (23 maggio, Liceo Artistico Petrocchi Pistoia); Pinocchio (25 maggio, Ist. Professionale Einaudi - Pistoia); Passodaddio (31 maggio, Liceo Artistico Petrocchi – Quarrata); Quotidiani disordini (6 giugno, Istituto Pacini Pistoia); al Teatro Montand di Monsummano Terme: Giulietta & Romeo – Rewind (24 maggio, Istituto Marchi-Forti – sede di Monsummano).

In Too young to live, saranno in scena, sotto la guida di Francesco Rotelli e Giulia Zacchini de Gli Omini, gli studenti Carmelo Calcagno, Tommaso Corsi, Caterina Fanti, Leonardo Ferretti, Gabriel Paciello, Klaudia Peraj, Martina Stepa, Nima Tholka, Alyssia Vettori, Lucrezia Zanini, che hanno curato direttamente anche costumi e oggetti di scena. (responsabili didattiche le Prof.sse Cosetta Valmori, Maria Giuseppina Grilli).

“Filo narrativo del corso – spiegano Gli Omini - sono state le vite di tutti quei 'geni bambini' che sono morti troppo presto e che hanno fatto comunque in tempo a lasciare un’impronta enorme nella nostra storia. Personaggi storici, pittori, musicisti, poeti, sportivi che non sono arrivati all’età di 35 anni e che erano troppo giovani per vivere. Anime ribelli e selvagge, combattenti del proprio tempo. Ogni allievo ha scelto un suo personaggio, quello che sentiva più vicino a se stesso, ha fatto ricerca, ha indossato i suoi panni e adesso si ritroverà insieme agli altri in una sorta di limbo sospeso in cui è permesso solo ricordare e conoscersi. Riconoscersi.”

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna