Contenuto Principale

Un successo la seconda edizione di "PresepiAmo"

PISTOIA - La seconda edizione di PresepiAmo, rassegna non competitiva di presepi tenutasi nel suggestivo scenario della chiesa del Carmine a Pistoia, ha avuto un superbo riscontro di presenze, critiche favorevoli, notevole seguito da parte dei mass media, anche nazionali.

Sessanta espositori per complessivi 256 presepi, oltre un mese di mostra, numerose iniziative che hanno riscosso l’apprezzamento di pistoiesi e turisti. Marco Lanzara, il presidente dell’Associazione Culturale PresepiAmo, che ha organizzato l’esposizione, dichiara: “Siamo felicissimi: tanta gente, tanto calore, tanta partecipazione, tanta voglia di presepe. D’obbligo ringraziare in primis gli espositori, giunti da tutta Italia".

"E ancora - prosegue Lanzara - il Vescovo di Pistoia Fausto Tardelli e don Luca Carlesi, che ci hanno aperto le porte della splendida chiesa del Carmine, che diverrà sede fissa di questo appuntamento. Un grazie ai giornali locali, cartacei e online, che ci hanno seguito con simpatia, e alla trasmissione di Rai 1 ‘Tempo & Denaro”, nelle persone di Giorgio Battaglia, uno degli autori, della conduttrice Elisa Isoardi e dell’inviato Ivan Bacchi. Un grazie agli ‘Amici di Pupigliana’, che hanno raccolto il nostro invito a partecipare al ‘Presepe vivente’, da noi ideato e allestito, che ha aperto e chiuso la mostra. Un ringraziamento al maneggio di Sant’Alessio, La Fattoria, che ha fornito cavalieri e cavalli per lo spettacolare arrivo dei Re Magi, in Piazza del Duomo e alla chiesa del Carmine”.

Lanzara, meglio conosciuto come l’“artista del presepe”, non dimentica di menzionare le iniziative collaterali. “Oltre al ‘Presepe vivente’, abbiamo dato vita a concerti del Coro degli Alpini, di cori gospel e parrocchiali. Un grazie, a questo proposito, lo dobbiamo a Don Pineschi, che si è esibito all’organo, e a Lucia Innocenti Caramelli, che ha diretto il coro dei bambini della scuola Civinini e i ‘Grilli Cantanti’. È stata un’edizione fantastica, da cui è scaturito un libro fotografico. Chi avesse ancora desiderio di presepe, sino a giovedì 2 febbraio potrà visitare quelli presenti nella Cattedrale di San Zeno, anch’essi griffati PresepiAmo”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna