Contenuto Principale

Giornata Mondiale delle Religioni, un'occasione di riflessione e dialogo

di Andrea Capecchi

PISTOIA – In concomitanza con la Giornata Mondiale delle Religioni torna il consueto appuntamento per il dialogo interreligioso organizzato dalla comunità Baha'i di Pistoia.

L'incontro, aperto a tutti e a ingresso libero, si svolgerà domenica 15 gennaio alle ore 21 nel cortile interno del Museo Marini. Scopo dell'iniziativa è promuovere l’amicizia, la pace e la conoscenza fra i credenti delle varie tradizioni religiose, con letture tratte dai testi sacri di ciascuna fede, al fine di riconoscere l’unicità di Dio e l’universalità dei messaggi religiosi. Un tema, questo, che sta molto a cuore alla comunità internazionale Baha'i, da sempre impegnata sul fronte del dialogo interreligioso e della ricerca dei princìpi e dei punti in comune nelle testimonianze dei vari profeti. Da qui il continuo sforzo per il superamento delle differenze teologiche e delle impostazioni dogmatiche che, anzichè fattore di unione, rappresentano un elemento di divisione e di opposizione tra le varie fedi. All'incontro prenderanno parte i rappresentanti di tutte le maggiori religioni monoteiste del mondo, trasformando l'evento in un importante momento di confronto e di dialogo tra Ebraismo, Buddhismo, Cristianesimo, Islam e Baha'i.

“Sarà un momento di condivisione e un'occasione per dialogare insieme – hanno dichiarato gli organizzatori – grazie alla partecipazione e alla collaborazione dei seguaci di varie fedi, che nelle loro riflessioni metteranno in risalto gli elementi di unità, vicinanza e fratellanza, contenuti in tutti i messaggi religiosi, che accomunano tutti gli uomini. Purtroppo oggi nel dibattito sociale e politico si insiste molto sulle differenze e sulle divisioni causate dalle religioni, il cui utilizzo strumentale può degenerare in intollerabili atti di fanatismo, terrorismo e violenza. Le religioni sono sempre più utilizzate per lanciare messaggi nazionalisti, alimentare la paura nei confronti dell'altro, o peggio ancora, per giustificare e legittimare azioni criminali: l'esatto contrario di quel messaggio di universalità che intendiamo riscoprire, pur nella difficoltà di superare barriere culturali, dogmi, pregiudizi e convinzioni personali. È un'operazione impegnativa ma che, a nostro parere, può dare significativi frutti nel medio e lungo periodo, anche attraverso iniziative di incontro e dialogo come quella realizzata a Pistoia”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna