Giovedì, 29 Novembre 2018 11:28

Alta cucina e grande cuore alla tavola di Toscana in Bocca

La Cena di gala a Giaccherino dona 6.800 euro alla ricerca contro i tumori

di Gina Nesti

PISTOIA – Altissima cucina e tanto cuore ai tavoli della Cena di gala organizzata al convento di Giaccherino da “La Toscana in Bocca” di Confcommercio Pistoia e Prato.

Il ricavato della serata, 6.800 euro, sarà devoluto alla Fondazione Radioterapia oncologica Onlus di Firenze.

Un grande assegno – simbolico nella forma, ma consistente nella sostanza – è stato consegnato da Stefano Morandi e Tiziano Tempestini, rispettivamente presidente e direttore di Confcommercio Pistoia e Prato, a Bruno Gori, presidente della Fondazione Radioterapia oncologica, e a Lorenzo Livi direttore di Radioterapia oncologica di Firenze.

La cena era stata allestita da un gruppo di ristoratori de “La Toscana in Bocca” formato dai vincitori del “Miglior piatto” 2017 e 2018 e dei primi classificati nelle sfide che si sono tenute sul palco nell’ultima edizione della manifestazione della Confcommercio: Francesco Bugiani de “La Locanda del Capitano del Popolo” di Pistoia, Moreno Ianda della “Locanda La Bussola da Gino” di Quarrata, Saida Lenzini del “Ristorante trattoria Il Melo” di Cutigliano, Paolo Lotti di “Le Fontane Podere delle Forri” di Pistoia, Paolo Mati del “Toscana Fair” di Pistoia, Paola Pazzaglia de “La Bettola” di Pistoia. Insieme a loro, per concludere in dolcezza il menù, Emiliano Festa de “Il Taba Dolce di latte” di Pistoia.

Il sevizio ai tavoli è stato curato dai ragazzi della Scuola alberghiera di Montecatini, mentre la scelta dei vini era stata affidata ai sommelier dell’Ais, coordinati dal vice campione italiano Valentino Tesi. Presente alla serata anche il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani.

“Toscana in Bocca – ha sottolineato Giani - è un progetto che rappresenta l’eccellenza del nostro territorio, ma riesce ad andare oltre quando questa eccellenza si mette a disposizione per finalità benefiche sposando la cultura, territorio, socialità e beneficenza. Complimenti alla Confcommercio che rappresenta un punto di riferimento e di unione tra le sue eccellenze e l’interesse generale del nostro sistema”.

“Questa serata unisce la la buona tavola ad un atto di beneficenza a favore della Fondazione Firenze Radioterapia - ha detto Morandi-. Un grazie particolare ai ristoratori di Toscana in Bocca che sono stati i promotori di questa iniziativa”.

Soddisfatto Bruno Gori della solidarietà dimostrata: “Noi della fondazione siamo qui ad raccogliere la vostra solidarietà, noi abbiamo sempre bisogno di voi per supportare il reparto di radiologia oncologica diretto da Lorenzo Livi. Voglio ringraziarvi da parte della fondazione per la vostra presenza e la vostra solidarietà”.

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.