Venerdì, 06 Aprile 2018 17:14

Eventi estivi ai giardini Sant'Orsola

Confcommercio: "Gestione da tutelare"

PRATO -  Confcommercio Prato interviene sulla questione delle attività estive nei giardini di Sant’Orsola dopo aver raccolto la preoccupazione ed aver condiviso l’appello al buon senso delle imprese della zona che collaborano, fattivamente ed economicamente, col comitato organizzatore degli eventi. 

"L’esperienza della gestione di quei giardini è davvero encomiabile e crediamo che sia fondamentale tutelarla quanto più possibile - scrive Confcommercio - Reputiamo che sarebbe un errore non ripetere anche per il 2018 quanto di buono è stato fatto negli anni passati. Se dovrà essere un’edizione più “tranquilla” o più corta, con meno concerti o spettacoli di richiamo, a causa dei lavori che dovrebbero iniziare per l’abbattimento dell’ospedale, crediamo, con le nostre imprese, che sia un sacrificio possibile pur di salvaguardare il muro che fa parte della storia del quartiere e a cui sono giustamente affezionati i residenti".

"Certo, ci sarà anche un sacrificio economico, ma, così come le nostre imprese, siamo sicuri che anche gli organizzatori del comitato alla fine affronteranno altrettanto serenamente il fatto di avere minori proventi dalla somministrazione nei chioschi da destinare poi agli interventi nel quartiere - continua ancora - Da quello che ci consta, i pic nic con i cestini, i laboratori per i bambini, la normale fruibilità del giardino sono attività che non danno problemi di sicurezza, non corrono quindi nessun rischio, se non quello di essere cancellate per volontà del comitato del consorzio".

"Noi questo vorremmo scongiurare, offrendo, qualora servisse, anche la nostra collaborazione per la migliore resa possibile dell’attività estiva in quei giardini splendidi e resi tali grazie soprattutto all’opera dell’associazione di S.Trinita, ma patrimonio di tutta la città" conclude Confcommercio.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.