Sabato, 10 Marzo 2018 12:41

Prato, Confcommercio: riportare la frequentazione in centro in orario diurno

PRATO - Riportare la frequentazione nel centro storico di Prato e nei suoi negozi in orario diurno attraverso una miglior gestione dell’accessibilità e delle aree di sosta nell’area.

È questa, in sintesi, l’esigenza evidenziata da Confcommercio durante l’assemblea delle attività di commercio al dettaglio del centro, svolta nelle scorse settimane. "Se il settore della somministrazione, soprattutto quella legata ai locali serali, negli ultimi anni ha vissuto una fase di crescita ed espansione, quello dei negozi sta attraversando un periodo di evidente difficoltà - evidenzia Confcommercio - .Le iniziative estive, natalizie e gli eventi in genere, sono importanti ed aiutano animare le vie e le piazze cittadine, ma da soli non bastano. L’introduzione dei varchi elettronici, se da una parte ha reso più vivibili le strade maggiormente frequentate, dall’altra ha avuto, come temuto, l’effetto di decrementare ulteriormente le presenze nelle vie che hanno meno passaggio e minor presenza commerciale".

Confcommercio mette in evidenza la necessità di attuare con urgenza provvedimenti mirati ad agevolare una maggiore frequentazione quotidiana e diurna e, quindi, una ripresa del commercio dentro le mura cittadine, partendo dal ridare ad alcune zone un’accessibilità agevolata. Sulla base di questo, l’Associazione chiede all’Amministrazione comunale una revisione dei varchi cittadini partendo dallo spegnimento del varco sito in piazza S.Elisabetta e dallo spostamento del varco in via Tintori in via Santo Stefano (o in alternativa il suo spegnimento, almeno in alcune fasce orarie).

"Allo stesso tempo serve maggior attenzione, nella zona controllata dai varchi, per la sosta selvaggia che frequentemente crea problemi (come in via Pugliesi e via Muzzi) ed è importante anticipare l’accesso alla ztl perlomeno alle ore 18, proprio per facilitare la fruibilità del centro. Resta però da risolvere il nodo della sosta, altro tema determinante per garantire una miglior accessibilità al cuore della città" continua Confcommercio.

Per prima cosa Confcommercio propone che tutti i parcheggi a servizio del centro siano maggiormente segnalati tramite un’adeguata segnaletica cittadina e, di seguito, che il parcheggio di Piazza San Domenico venga riservato alla sosta a pagamento in modo da favorire la rotazione della sosta. "Sarebbe inoltre fondamentale – prosegue l’associazione - aumentare l’attrattività commerciale del centro di Prato rendendo disponibili all’insediamento di attività commerciale i locali in piazza del Comune attualmente occupati dall’Urp. Questo potrebbe trovare una nuova collocazione nella retrostante Piazza del Pesce - Via Firenzuola o in altri fondi all’interno del centro, essendo comunque fondamentale la presenza dei servizi per la vitalità dell’area".

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.