×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 446


Mercoledì, 03 Agosto 2016 10:28

Segno meno per i saldi a Pistoia: la crisi morde ancora

PISTOIA - Si chiude con un segno negativo il mese dei saldi estivi nella provincia di Pistoia.

A dirlo è il centro studi di Confcommercio in base alle rilevazioni fatte tra gli associati. Il mancato effetto sorpresa, l’arrivo in ritardo dell’estate e la crisi economica hanno inciso negativamente sul settore moda che registra a Pistoia un -2 % rispetto allo stesso periodo del 2015.

Si tratta appunto di un dato medio che tiene conto di alcune situazioni differenziate che registrano una tenuta delle vendite o, in qualche caso, una crescita. In linea generale però i saldi di luglio non sembrano decollare: i pistoiesi infatti comprano meno e, quando lo fanno, spendono poco. Questo andamento, secondo Confcommercio Pistoia e Prato, non risponde alle aspettative rispetto ai dati economici più incoraggianti degli scorsi mesi: la crisi insomma non è finita e continua ad incidere pesantemente sull’andamento del settore moda.

Allo stesso tempo si conferma ancora una scarsa capacità di spesa dei pistoiesi dovuta in parte a una forte incidenza sui bilanci familiari delle spese fisse e, in parte, al calo dei livelli occupazionali a cui abbiamo assistito e che non siamo ancora riusciti a recuperare.

Comunque da un lato ad influire sulla stagione primavera-estate 2016 sicuramente sono state anche le temperature incerte di inizio estate e dall’altro, assistiamo ad una progressiva perdita di appeal delle vendite a saldo dovuta alla crescente presenza di promozioni che i consumatori possono trovare durante tutto l’anno nei negozi. Ad ogni modo chi compra a Pistoia sceglie, per la donna, vestiti leggeri e sandali con e senza tacco, mentre per uomo, t-shirt e bermuda.

 

 

questo articolo è stato offerto da:


 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.