Mercoledì, 27 Luglio 2016 20:59

Movida. Confcommercio: “Giusto rispettare le regole ma la città deve guardare al futuro”

PRATO - È ancora caldo il tema della movida nel centro storico di Prato dopo gli episodi che domenica 24 luglio hanno visto coinvolti attività e residenti di via Settesoldi.

Su sollecitazione dell’Amministrazione comunale – presente il Sindaco Matteo Biffoni - si è svolto un incontro tra Confcommercio e i residenti dell’area per un confronto sul tema movida.

“Ci preme sottolineare l’intollerabilità di comportamenti incivili come quelli accaduti la scorsa domenica che danneggiano non soltanto le imprese ma l’intera città. – afferma Confcommercio nella propria nota – Purtroppo c’è chi guarda Prato con gli occhi rivolti all’indietro, senza apprezzare la crescita e lo sviluppo che la città ha avuto in questi ultimi tempi. Non mettiamo in dubbio la legittimità dell’intervento da parte degli enti competenti nei casi in cui venga a mancare il rispetto delle regole – come il superamento degli orari di chiusura – ma il rumore derivante dalla mera presenza di un gran numero di persone concentrate all’esterno dei locali, in poco spazio, non può e non deve essere oggetto di responsabilità per i locali e, ancora meno, oggetto di comportamenti inadeguati come quelli verificatesi più volte nelle scorse settimane”.

La città, dice Confcommercio, ha bisogno di guardare al futuro aprendosi alla cultura del turismo e dell’accoglienza e qualora si ripetessero i fatti accaduti nelle ultime settimane, si rischierebbe seriamente di allontanare i consumatori dalle vie del centro, perdendo i benefici acquisiti negli ultimi anni dal ritorno di vivacità nel cuore di Prato, riconosciuto a tutti i livelli.

“Da parte loro – prosegue Confcommercio – le imprese portano avanti il proprio impegno nel mantenere le strade confortevoli controllando gli schiamazzi e adoperandosi affinché l’area esterna al locale sia sempre pulita in modo da garantire a tutti la vivibilità del centro storico. Anche in quest’ottica ricordiamo che è stato introdotto da alcune settimane il servizio degli Steward che, dopo i primi mesi di sperimentazione, potrebbe essere incrementato già a partire dal 2017.Un ringraziamento vogliamo farlo anche a tutti quei residenti che in queste settimane hanno espresso, pubblicamente o meno, il loro apprezzamento per la vivacità del centro storico grazie – anche – al lavoro dei locali.

Come Associazione ci adopereremo per mantenere alta l’attenzione e per far sì che le aziende sensibilizzino la clientela ad adottare comportamenti volti alla civile convivenza ma, allo stesso tempo, chiediamo che dall’altra parte si rispettino le imprese e il loro lavoro.Solo con l’impegno di tutti è possibile rendere la città gradevole, vivibile e moderna e, inevitabilmente, rivolta verso il futuro”.

questo articolo è stato offerto da:


 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.