×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 446


Lunedì, 16 Maggio 2016 11:28

Confcommercio festeggia i 100 anni di Bruna Marini

PISTOIA - Il 16 maggio 1916 nasceva negli Stati Uniti d’America Bruna Marini, dipendente storica di Confcommercio.

Da allora sono passati 100 anni e oggi l’associazione vuole festeggiarla ricordandola per l’importante lavoro svolto e per le sue indelebili qualità professionali ed umane. I commercianti storici pistoiesi e chi nel corso degli anni ha lavorato nell’associazione non può non aver sentito parlare almeno una volta della signora Marini. Era il maggio del 1940 quando Bruna Marini, all’età di 24 anni, iniziò la propria esperienza professionale in quella che ai tempi era chiamata “Unione obbligatoria Commercianti”: i suoi occhi hanno visto i molteplici cambiamenti economici, commerciali e sociali di Pistoia ed ha vissuto sulla propria pelle il difficile periodo della Seconda Guerra Mondiale.

In quegli anni dimostrò la propria dedizione al lavoro e il proprio spirito di intraprendenza. Fu un periodo complesso nel quale, dopo la nascita della Libera Associazione dei Commercianti della Provincia di Pistoia risalente al 2 dicembre del 1944, le scarse disponibilità economiche obbligarono i pochi dipendenti ad adoperarsi al massimo per la riorganizzazione dei servizi e dei locali.

Proprio il riallestimento della sede – prima in via Amati e poi in via Curtatone e Montanara nel Palazzo Ganucci Cancellieri – vide un grande impegno da parte degli stessi dipendenti, al quale Bruna ha contribuito anche con il salvataggio, durante il periodo della guerra, di macchine da scrivere e macchine addizionatrici appartenenti alla vecchia Unione, che furono riconsegnate all’Associazione dopo la fine del conflitto.

Un gesto che l’associazione ricorda ancora oggi conservando con orgoglio gli oggetti nella sede di viale Adua, a testimonianza del grande lavoro svolto in quegli anni per dare vita all’associazione dei commercianti. Marini ha contribuito negli anni di lavoro, a fianco dei presidenti che si sono susseguiti, alla crescita dell'associazione: oltre al lavoro di segretariato, rinnovo licenze e consulenza agli associati, Bruna si è affermata come figura presente e attenta per tutti gli esercenti nonché punto di appoggio morale e personale, lavorando con dedizione fino alla metà degli anni Ottanta.

questo articolo è stato offerto da:


 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.