Venerdì, 09 Marzo 2018 21:04

Pd, "Ricurdámmoce'o ppassato”

 

di Simone Fragai*

Pistoia - Massimo Baldi non dice male quando propone di percorrere la strada dell'unità del centrosinistra a Pistoia e presumo, per coerenza, in Italia.

Questo tema è stato una costante della nostra posizione politica e l'elemento distintivo della minoranza Pd (area Orlando) nell'ultimo congresso, rispetto alle posizioni dell'ex segretario Matteo Renzi.

Per cui meglio il Baldi di oggi.

Sbaglia invece Baldi, o meglio semplifica troppo, quando parla di responsabilità a senso unico per la sconfitta subita alle amministrative di Pistoia dello scorso anno. Peraltro, occorre ricordare che è improprio equiparare il voto amministrativo a quello politico, considerando il numero di candidati e liste che hanno favorito la dispersione dei voti nel campo del centrosinistra.

Ci sono certo responsabilità di quella amministrazione. Ma ci sono anche le stesse che ci hanno portato alla durissima sconfitta di questi giorni di cui dobbiamo discutere senza deviare su altro. Ma per chiudere sulle vicende pistoiesi, bisogna ricordare che anche le eccessive polemiche interne non hanno certo aiutato il nostro governo locale, alimentando lo scontento piuttosto che favorire punti di incontro e soluzioni. Per non parlare delle responsabilità di chi, come Bartoli, dividendo il centrosinistra, ha aperto un'autostrada alla vittoria di Tomasi.

Per andare oltre occorre partire dai fatti, peraltro richiamati nelle successive analisi del voto, con costanza, serietà e senza scorciatoie.

Dunque, si ad un profondo lavoro per la ricostruzione di un campo comune di forze di centrosinistra e civiche anche a Pistoia e no, invece, a "scurdámmoce 'o ppassato " che, al contrario, va tenuto bene a mente per non incorrere negli stessi errori.

*segreteria provinciale del Partito Democratico di Pistoia

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.